logo1
 
Come Fondazione crediamo che, oltre al ruolo di ricercatore, lo scienziato debba assumere i ruoli di educatore e cittadino, troppo spesso vissuti come in opposizione l’uno all’altro. Pensiamo che unire questi ruoli con una attitudine aperta alla cittadinanza, sia essenziale per formare gli scienziati del futuro. A tale scopo vogliamo raggiungere le classi scolastiche vicine alla maturità e gruppi di studenti universitari dei primi anni per introdurli alle nuove frontiere della biologia moderna e discuterne le implicazioni. Questo programma sarà perseguito con strumenti didattici itineranti e tramite conferenze su temi specifici.



Un manuale animato sulle conoscenze di base del DNA, dei geni e dell'ereditabilità.

Ogni concetto è spiegato attraverso animazioni, gallerie di immagini, video-interviste, problemi, biografie, links utili.




La scienza non è solo la comprensione delle leggi della natura e delle scoperte che nel corso dei secoli hanno radicalmente cambiato la vita dell'uomo. La scienza è soprattutto fare proprio il metodo scientifico che ne è alla base. È da questa profonda convinzione che nasce UN CAMPER PER LA SCIENZA, un'iniziativa della Fondazione della Buzzati-Traverso in collaborazione con il MURST.

L'obiettivo di questo sito web è offrire ai visitatori l'opportunità di applicare il metodo scientifico e compiere ricerche autonome. La speranza è che questa pagina si accresca con la collaborazione degli insegnanti di scienza e che diventi un punto di incontro tra mondo della ricerca, dell'insegnamento e della divulgazione scientifica.




Un portale di informazioni sulle strutture sperimentalmente  determinate delle macromolecole. Interrogando questo sito è possibile, sulla base delle annotazioni relative alla sequenza, struttura e funzione delle molecole, di visualizzare, scaricare e analizzare proteine,​​ acidi nucleici e altre macromolecole. 


Non è mai troppo Darwin. Un viaggio di Darwin in Italia

Regia di Angelo Loy, con Roberto Nobile e Giuseppe Cederna Musiche di Luca Velotti Da un’idea di Piero Benedetti e Anna Loy

Link del filmato

Un viaggio inusuale e scanzonato alla scoperta dell’evoluzione. Come novelli Darwin e Fitroy a bordo di un moderno Beagle, un professore di zoologia e il custode dell’università partono alla ricerca delle tracce degli animali del passato in Italia. Prima tappa: la grotta di Spingallo, vicino Siracusa, per osservare i ritrovamenti degli elefanti nani, una testimonianza fossile da cui partire per parlare di selezione naturale e di grandi eventi paleogeografici. Lo spettacolo, accompagnato dalle musiche di Luca Velotti, presenta la prima puntata di Non è mai troppo Darwin, un progetto di divulgazione della scienza che si propone di tracciare un ipotetico viaggio di Darwin in Italia. L’Italia vista con gli occhi dello scienziato offre numerosi spunti per parlare non solo di evoluzionismo, ma anche per elaborare teorie rivoluzionarie. L’idea è che non sono i luoghi, nemmeno quelli esotici, che sollecitano gli scienziati, ma l’approccio nuovo e creativo con cui essi li guardano, siano essi remoti o molto familiari. Da un nuovo punto di vista, anche il nostro Paese è ricco di veri e proprio laboratori all’aperto dell’evoluzione. Un pulmino trasformato in un vascello terrestre, un "Beagle" italiano, si sposta lungo la penisola nei luoghi rappresentativi delle ricerche che hanno contribuito alla diffusione e alla crescita del pensiero evoluzionistico in Italia. Nel pulmino viaggiano due attori diretti da Angelo Loy, che impersonano un uomo "della strada" (Roberto Nobile) e uno scienziato (Giuseppe Cederna). È quest’ultimo che ha il compito di illustrare e spiegare i fondamenti delle teorie di Darwin al suo compagno, a partire proprio dagli spunti che questo viaggio offre loro.


Biografie

Anna Loy, Professore di Zoologia all’Università del Molise, si occupa di tematiche evolutive e di conservazione della fauna ed è promotore di varie iniziative di diffusione della cultura scientifica.

Piero Benedetti, Professore di Biologia Molecolare all’Università di Padova, si occupa da anni di diffusione della Cultura Scientifica ed stato responsabile delle celebrazioni per i 50 anni della scoperta del DNA.

Roberto Nobile, nato a Verona, ma siciliano d’adozione, lavora da anni in teatro cinema e televisione, sia come autore che come attore.

Giuseppe Cederna é attore di cinema e teatro. Ma anche scrittore e viaggiatore. Ha partecipato a numerosi film italiani tra cui Marrakech Express e Mediterraneo, di Gabriele Salvatores. Ha pubblicato da Feltrinelli il suo primo libro Il Grande Viaggio la storia di un pellegrinaggio alle sorgenti del Gange

Angelo Loy, regista, biologo di formazione, lascia l’università nel 2000 per dedicarsi alla regia di documentari a tema sociale, in Italia e in Kenya (Fiumaroli, Pinocchio Nero, Sillabario Africano, Una Scuola Italiana).



La doppia elica del DNA 50 anni dopo 

“Dal DNA al genoma umano: 50 anni di conquiste alla scoperta del mistero della vita”

Mostra “a rete” organizzata dalla Fondazione Buzzati-Traverso e dall'Università di Padova per le celebrazioni italiane della scoperta della struttura del DNA

La mostra, realizzata in occasione del cinquantesimo anniversario della scoperta del Dna, ricostruisce le fasi salienti della storia della biologia molecolare negli ultimi cinquanta anni.
L’esposizione, storica e didattica, con laboratori, esperimenti, visite guidate, modelli giganti introduce il visitatore nel microscopico mondo cellulare e risponde alle domande dei visitatori sui grandi temi biologici della nostra epoca: il sequenziamento del Genoma Umano, le biotecnologie con tutte le conseguenti ricadute, quali le cellule staminali, la clonazione e gli OGM.

Scarica la mostra






 
Fondazione Adriano Buzzati-Traverso
Dipartimento di Biologia e Biotecnologia, Università di Pavia
Via Ferrata, 1 - 27100 Pavia
C.F. 01104580186

  Site Map